Formazione Manageriale

Elea Informatica
Formazione Manageriale
Tipologie di Corso
Modalità di Frequenza
Sedi di attivazione
Workshop

Data di partenza:

In programmazione
Il manager coach: sviluppare le competenze dei collaboratori utilizzando gli strumenti del coaching
Strategie operative per trasformare i limiti in risorse
Il coaching viene definito come una partnership che, attraverso un processo creativo, stimola la riflessione, ispirando a massimizzare il proprio potenziale personale e professionale.
Strategie operative per trasformare i limiti in risorse
Il coaching viene definito come una partnership che, attraverso un processo creativo, stimola la riflessione, ispirando a massimizzare il proprio potenziale personale e professionale.
Strategie operative per trasformare i limiti in risorse
Il coaching viene definito come una partnership che, attraverso un processo creativo, stimola la riflessione, ispirando a massimizzare il proprio potenziale personale e professionale.
Strategie operative per trasformare i limiti in risorse
Il coaching viene definito come una partnership che, attraverso un processo creativo, stimola la riflessione, ispirando a massimizzare il proprio potenziale personale e professionale.
Strategie operative per trasformare i limiti in risorse
Il coaching viene definito come una partnership che, attraverso un processo creativo, stimola la riflessione, ispirando a massimizzare il proprio potenziale personale e professionale.
Strategie operative per trasformare i limiti in risorse
Il coaching viene definito come una partnership che, attraverso un processo creativo, stimola la riflessione, ispirando a massimizzare il proprio potenziale personale e professionale.
Strategie operative per trasformare i limiti in risorse
Il coaching viene definito come una partnership che, attraverso un processo creativo, stimola la riflessione, ispirando a massimizzare il proprio potenziale personale e professionale.
Strategie operative per trasformare i limiti in risorse
Il coaching viene definito come una partnership che, attraverso un processo creativo, stimola la riflessione, ispirando a massimizzare il proprio potenziale personale e professionale. <

Workshop

Data di partenza:

In programmazione
I Poteri del Tempo
Il tempo è una risorsa preziosa che abbiamo a disposizione e come tale va gestita, incanalata ed ottimizzata. Migliorare questa abilità ci permette di aumentare la nostra produttività, il nostro senso di compiutezza ed il nostro benessere. I primi rimangono sempre nell’area delle cose da fare, mentre gli obiettivi si determinano e si perseguono in maniera razionale, impiegando tutte le risorse a nostra disposizione. Il tempo è una risorsa preziosa che abbiamo a disposizione e come tale va gestita, incanalata ed ottimizzata. Migliorare questa abilità ci permette di aumentare la nostra produttività, il nostro senso di compiutezza ed il nostro benessere. I primi rimangono sempre nell’area delle cose da fare, mentre gli obiettivi si determinano e si perseguono in maniera razionale, impiegando tutte le risorse a nostra disposizione. Il tempo è una risorsa preziosa che abbiamo a disposizione e come tale va gestita, incanalata ed ottimizzata. Migliorare questa abilità ci permette di aumentare la nostra produttività, il nostro senso di compiutezza ed il nostro benessere. I primi rimangono sempre nell’area delle cose da fare, mentre gli obiettivi si determinano e si perseguono in maniera razionale, impiegando tutte le risorse a nostra disposizione. Il tempo è una risorsa preziosa che abbiamo a disposizione e come tale va gestita, incanalata ed ottimizzata. Migliorare questa abilità ci permette di aumentare la nostra produttività, il nostro senso di compiutezza ed il nostro benessere. I primi rimangono sempre nell’area delle cose da fare, mentre gli obiettivi si determinano e si perseguono in maniera razionale, impiegando tutte le risorse a nostra disposizione. Il tempo è una risorsa preziosa che abbiamo a disposizione e come tale va gestita, incanalata ed ottimizzata. Migliorare questa abilità ci permette di aumentare la nostra produttività, il nostro senso di compiutezza ed il nostro benessere. I primi rimangono sempre nell’area delle cose da fa

Workshop

Data di partenza:

In programmazione
Motivare il team di vendita
Una buona forza vendita può essere costruita
Per raggiungere ottimi risultati di vendita bisogna attivare nuove tattiche che aiutino la forza vendita esistente a vendere di più. Oggi le aziende che vogliono stare sul mercato devono reinventare il loro approccio al mercato fornendo strumenti che aiutino i responsabili commerciali ad aumentare la produttività.
Una buona forza vendita può essere costruita
Per raggiungere ottimi risultati di vendita bisogna attivare nuove tattiche che aiutino la forza vendita esistente a vendere di più. Oggi le aziende che vogliono stare sul mercato devono reinventare il loro approccio al mercato fornendo strumenti che aiutino i responsabili commerciali ad aumentare la produttività.
Una buona forza vendita può essere costruita
Per raggiungere ottimi risultati di vendita bisogna attivare nuove tattiche che aiutino la forza vendita esistente a vendere di più. Oggi le aziende che vogliono stare sul mercato devono reinventare il loro approccio al mercato fornendo strumenti che aiutino i responsabili commerciali ad aumentare la produttività.
Una buona forza vendita può essere costruita
Per raggiungere ottimi risultati di vendita bisogna attivare nuove tattiche che aiutino la forza vendita esistente a vendere di più. Oggi le aziende che vogliono stare sul mercato devono reinventare il loro approccio al mercato fornendo strumenti che aiutino i responsabili commerciali ad aumentare la produttività.
Una buona forza vendita può essere costruita
Per raggiungere ottimi risultati di vendita bisogna attivare nuove tattiche che aiutino la forza vendita esistente a vendere di più. Oggi le aziende che vogliono stare sul mercato devono reinventare il loro approccio al mercato fornendo strumenti che aiutino i responsabili commerciali ad aumentare la produttività.
Una buona forza vendita può essere costruita
Per raggiungere ottimi risultati di vendita bisogna attivare nuove tattiche

Workshop

Data di partenza:

In programmazione
La Redazione del Business Plan
Dall’idea all’azienda
Il successo nel lancio di un nuovo business dipende dalla capacità di unire la visione sul futuro con la pianificazione accurata dei passi da compiere e la quantificazione della dimensione economico-finanziaria del progetto.
Dall’idea all’azienda
Il successo nel lancio di un nuovo business dipende dalla capacità di unire la visione sul futuro con la pianificazione accurata dei passi da compiere e la quantificazione della dimensione economico-finanziaria del progetto.
Dall’idea all’azienda
Il successo nel lancio di un nuovo business dipende dalla capacità di unire la visione sul futuro con la pianificazione accurata dei passi da compiere e la quantificazione della dimensione economico-finanziaria del progetto.
Dall’idea all’azienda
Il successo nel lancio di un nuovo business dipende dalla capacità di unire la visione sul futuro con la pianificazione accurata dei passi da compiere e la quantificazione della dimensione economico-finanziaria del progetto.
Dall’idea all’azienda
Il successo nel lancio di un nuovo business dipende dalla capacità di unire la visione sul futuro con la pianificazione accurata dei passi da compiere e la quantificazione della dimensione economico-finanziaria del progetto.
Dall’idea all’azienda
Il successo nel lancio di un nuovo business dipende dalla capacità di unire la visione sul futuro con la pianificazione accurata dei passi da compiere e la quantificazione della dimensione economico-finanziaria del progetto.
Dall’idea all’azienda
Il successo nel lancio di un nuovo business dipende dalla capacità di unire la visione sul futuro con la pianificazione accurata dei passi da compiere e la quantificazione della dimensione economico-finanziaria del progetto.
Dall’idea all’azienda
Il successo nel lancio di un nuovo business dipende dalla capacità

Workshop

Data di partenza:

In programmazione
TPM – Il total productive maintenance
Il Total Productive Maintenance come processo efficiente ed efficace di gestione della manutenzione
I guasti agli impianti produttivi sono un elemento che ha un forte impatto sui processi di generazione di Valore. Evitarli mantenendo al minimo i costi è possibile solo se è presente un processo robusto di manutenzione (Total Productive Maintenance – TPM) che si focalizza sulla manutenzione preventiva piuttosto che correttiva attraverso la manutenzione autonoma.
Il Total Productive Maintenance come processo efficiente ed efficace di gestione della manutenzione
I guasti agli impianti produttivi sono un elemento che ha un forte impatto sui processi di generazione di Valore. Evitarli mantenendo al minimo i costi è possibile solo se è presente un processo robusto di manutenzione (Total Productive Maintenance – TPM) che si focalizza sulla manutenzione preventiva piuttosto che correttiva attraverso la manutenzione autonoma.
Il Total Productive Maintenance come processo efficiente ed efficace di gestione della manutenzione
I guasti agli impianti produttivi sono un elemento che ha un forte impatto sui processi di generazione di Valore. Evitarli mantenendo al minimo i costi è possibile solo se è presente un processo robusto di manutenzione (Total Productive Maintenance – TPM) che si focalizza sulla manutenzione preventiva piuttosto che correttiva attraverso la manutenzione autonoma.
Il Total Productive Maintenance come processo efficiente ed efficace di gestione della manutenzione
I guasti agli impianti produttivi sono un elemento che ha un forte impatto sui processi di generazione di Valore. Evitarli mantenendo al minimo i costi è possibile solo se è presente un processo robusto di manutenzione (Total Productive Maintenance – TPM) che si focalizza sulla manutenzione preventiva piuttosto che correttiva attraverso la manutenzione autonoma.
Il Total Productive Maintenance come processo efficiente ed efficace di gestione

Workshop

Data di partenza:

In programmazione
Facebook Advertising – Prima Parte
Negli anni passati si poteva pensare a Facebook come a uno strumento per promuovere in modo efficace la propria attività in modo gratuito sfruttando il passaparola e la viralità del messaggio on line. Oggi deve ora essere chiaro a tutti che un serio utilizzo della piattaforma deve invece prevedere un investimento in advertising considerato il calo della visibilità organica dei contenuti della pagina. Negli anni passati si poteva pensare a Facebook come a uno strumento per promuovere in modo efficace la propria attività in modo gratuito sfruttando il passaparola e la viralità del messaggio on line. Oggi deve ora essere chiaro a tutti che un serio utilizzo della piattaforma deve invece prevedere un investimento in advertising considerato il calo della visibilità organica dei contenuti della pagina. Negli anni passati si poteva pensare a Facebook come a uno strumento per promuovere in modo efficace la propria attività in modo gratuito sfruttando il passaparola e la viralità del messaggio on line. Oggi deve ora essere chiaro a tutti che un serio utilizzo della piattaforma deve invece prevedere un investimento in advertising considerato il calo della visibilità organica dei contenuti della pagina. Negli anni passati si poteva pensare a Facebook come a uno strumento per promuovere in modo efficace la propria attività in modo gratuito sfruttando il passaparola e la viralità del messaggio on line. Oggi deve ora essere chiaro a tutti che un serio utilizzo della piattaforma deve invece prevedere un investimento in advertising considerato il calo della visibilità organica dei contenuti della pagina. Negli anni passati si poteva pensare a Facebook come a uno strumento per promuovere in modo efficace la propria attività in modo gratuito sfruttando il passaparola e la viralità del messaggio on line. Oggi deve ora essere chiaro a tutti che un serio utilizzo della piattaforma deve invece prevedere un investimento in advertising considerato il calo della visibilità org

Workshop

Competenze digitali e gestione delle persone
Molte aziende vedono la digitalizzazione soprattutto come un modo per aumentare l’efficienza dei processi secondo una vecchia logica di innovazione meramente incrementale. Va invece aumentata la consapevolezza che l’economia digitale promette un potenziale nuovo e finora non sfruttato in grado di mutare in modo anche profondo, persino dirompente (disruptive), gli stessi modelli di business. Per cogliere le opportunità, le imprese devono diventare digitalmente più mature: molto del loro vantaggio competitivo nascosto risiede nei dati che sono potenzialmente a loro disposizione ma che molto raramente vengono raccolti, organizzati, elaborati per estrarne valore. Molte aziende vedono la digitalizzazione soprattutto come un modo per aumentare l’efficienza dei processi secondo una vecchia logica di innovazione meramente incrementale. Va invece aumentata la consapevolezza che l’economia digitale promette un potenziale nuovo e finora non sfruttato in grado di mutare in modo anche profondo, persino dirompente (disruptive), gli stessi modelli di business. Per cogliere le opportunità, le imprese devono diventare digitalmente più mature: molto del loro vantaggio competitivo nascosto risiede nei dati che sono potenzialmente a loro disposizione ma che molto raramente vengono raccolti, organizzati, elaborati per estrarne valore. Molte aziende vedono la digitalizzazione soprattutto come un modo per aumentare l’efficienza dei processi secondo una vecchia logica di innovazione meramente incrementale. Va invece aumentata la consapevolezza che l’economia digitale promette un potenziale nuovo e finora non sfruttato in grado di mutare in modo anche profondo, persino dirompente (disruptive), gli stessi modelli di business. Per cogliere le opportunità, le imprese devono diventare digitalmente più mature: molto del loro vantaggio competitivo nascosto risiede nei dati che sono potenzialmente a loro disposizione ma che molto raramente vengono raccolti, organizzati, elabora

Workshop

Data di partenza:

In programmazione
Fiscalità in Pillole – Aggiornamento Fatturazione Elettronica e Corrispettivi Telematici
INFOR ELEA propone un incontro di aggiornamento professionale incentrato sulla tematica della fatturazione elettronica, soprattutto basandosi sulle novità e gli aggiornamenti in materia. Un focus molto importante sarà inoltre dedicato ai corrispettivi giornalieri telematici. La trattazione teorica sarà accompagnata con l’analisi di casi pratici e simulazioni laddove necessari. INFOR ELEA propone un incontro di aggiornamento professionale incentrato sulla tematica della fatturazione elettronica, soprattutto basandosi sulle novità e gli aggiornamenti in materia. Un focus molto importante sarà inoltre dedicato ai corrispettivi giornalieri telematici. La trattazione teorica sarà accompagnata con l’analisi di casi pratici e simulazioni laddove necessari. INFOR ELEA propone un incontro di aggiornamento professionale incentrato sulla tematica della fatturazione elettronica, soprattutto basandosi sulle novità e gli aggiornamenti in materia. Un focus molto importante sarà inoltre dedicato ai corrispettivi giornalieri telematici. La trattazione teorica sarà accompagnata con l’analisi di casi pratici e simulazioni laddove necessari. INFOR ELEA propone un incontro di aggiornamento professionale incentrato sulla tematica della fatturazione elettronica, soprattutto basandosi sulle novità e gli aggiornamenti in materia. Un focus molto importante sarà inoltre dedicato ai corrispettivi giornalieri telematici. La trattazione teorica sarà accompagnata con l’analisi di casi pratici e simulazioni laddove necessari. INFOR ELEA propone un incontro di aggiornamento professionale incentrato sulla tematica della fatturazione elettronica, soprattutto basandosi sulle novità e gli aggiornamenti in materia. Un focus molto importante sarà inoltre dedicato ai corrispettivi giornalieri telematici. La trattazione teorica sarà accompagnata con l’analisi di casi pratici e simulazioni laddove necessari. INFOR ELEA propone un incontro di aggiornamento professionale ince

Workshop

Data di partenza:

In programmazione
I principi della comunicazione
Comunicare è agire, comunicare bene è ottenere
I progressi in termini qualitativi e tangibili conseguiti da molti professionisti confermano il contributo positivo apportato dalle scienze della comunicazione.
Comunicare è agire, comunicare bene è ottenere
I progressi in termini qualitativi e tangibili conseguiti da molti professionisti confermano il contributo positivo apportato dalle scienze della comunicazione.
Comunicare è agire, comunicare bene è ottenere
I progressi in termini qualitativi e tangibili conseguiti da molti professionisti confermano il contributo positivo apportato dalle scienze della comunicazione.
Comunicare è agire, comunicare bene è ottenere
I progressi in termini qualitativi e tangibili conseguiti da molti professionisti confermano il contributo positivo apportato dalle scienze della comunicazione.
Comunicare è agire, comunicare bene è ottenere
I progressi in termini qualitativi e tangibili conseguiti da molti professionisti confermano il contributo positivo apportato dalle scienze della comunicazione.
Comunicare è agire, comunicare bene è ottenere
I progressi in termini qualitativi e tangibili conseguiti da molti professionisti confermano il contributo positivo apportato dalle scienze della comunicazione.
Comunicare è agire, comunicare bene è ottenere
I progressi in termini qualitativi e tangibili conseguiti da molti professionisti confermano il contributo positivo apportato dalle scienze della comunicazione.
Comunicare è agire, comunicare bene è ottenere
I progressi in termini qualitativi e tangibili conseguiti da molti professionisti confermano il contributo positivo apportato dalle scienze della comunicazione.
Comunicare è agire, comunicare bene è ottenere
I progressi in termini qualitativi e tangibili conseguiti da molti professionisti confermano il contributo positivo apportato dalle scienze della comunicazione.
Comunica

Workshop

Data di partenza:

In programmazione
Ergonomia
Produttività e gestione del rischio
Il rischio da Sovraccarico Biomeccanico dell’Apparato Muscolo-Scheletrico si conferma ormai da anni, dal numero delle denunce di malattia professionale, come il primo rischio a cui sono esposti i lavoratori.
Produttività e gestione del rischio
Il rischio da Sovraccarico Biomeccanico dell’Apparato Muscolo-Scheletrico si conferma ormai da anni, dal numero delle denunce di malattia professionale, come il primo rischio a cui sono esposti i lavoratori.
Produttività e gestione del rischio
Il rischio da Sovraccarico Biomeccanico dell’Apparato Muscolo-Scheletrico si conferma ormai da anni, dal numero delle denunce di malattia professionale, come il primo rischio a cui sono esposti i lavoratori.
Produttività e gestione del rischio
Il rischio da Sovraccarico Biomeccanico dell’Apparato Muscolo-Scheletrico si conferma ormai da anni, dal numero delle denunce di malattia professionale, come il primo rischio a cui sono esposti i lavoratori.
Produttività e gestione del rischio
Il rischio da Sovraccarico Biomeccanico dell’Apparato Muscolo-Scheletrico si conferma ormai da anni, dal numero delle denunce di malattia professionale, come il primo rischio a cui sono esposti i lavoratori.
Produttività e gestione del rischio
Il rischio da Sovraccarico Biomeccanico dell’Apparato Muscolo-Scheletrico si conferma ormai da anni, dal numero delle denunce di malattia professionale, come il primo rischio a cui sono esposti i lavoratori.
Produttività e gestione del rischio
Il rischio da Sovraccarico Biomeccanico dell’Apparato Muscolo-Scheletrico si conferma ormai da anni, dal numero delle denunce di malattia professionale, come il primo rischio a cui sono esposti i lavoratori.
Produttività e gestione del rischio
Il rischio da Sovraccarico Biomeccanico dell’Apparato Muscolo-Scheletrico si conferma ormai da anni, dal numero delle den

Workshop

Negoziare e difendere il margine d’impresa
Da venditore a consulente del cliente
La professione del “venditore” è cambiata: da “persuasore” a “portatore di servizi”, da “dipendente del fornitore” a “consulente del cliente”. Alla base di questi cambiamenti troviamo una nuova cultura dei servizi, nuove tecniche di comunicazione, nuovi mezzi di comunicazione, i social network, maggior aggressività della concorrenza.
Da venditore a consulente del cliente
La professione del “venditore” è cambiata: da “persuasore” a “portatore di servizi”, da “dipendente del fornitore” a “consulente del cliente”. Alla base di questi cambiamenti troviamo una nuova cultura dei servizi, nuove tecniche di comunicazione, nuovi mezzi di comunicazione, i social network, maggior aggressività della concorrenza.
Da venditore a consulente del cliente
La professione del “venditore” è cambiata: da “persuasore” a “portatore di servizi”, da “dipendente del fornitore” a “consulente del cliente”. Alla base di questi cambiamenti troviamo una nuova cultura dei servizi, nuove tecniche di comunicazione, nuovi mezzi di comunicazione, i social network, maggior aggressività della concorrenza.
Da venditore a consulente del cliente
La professione del “venditore” è cambiata: da “persuasore” a “portatore di servizi”, da “dipendente del fornitore” a “consulente del cliente”. Alla base di questi cambiamenti troviamo una nuova cultura dei servizi, nuove tecniche di comunicazione, nuovi mezzi di comunicazione, i social network, maggior aggressività della concorrenza.
Da venditore a consulente del cliente
La professione del “venditore” è cambiata: da “persuasore” a “portatore di servizi”, da “dipendente del fornitore” a “consulente del cliente”. Alla base di questi cambiamenti troviamo una nuova cultura dei servizi, nuove tecniche di comunicazione, nuovi mezzi di comunicazione, i social network, maggior aggr

Workshop

Data di partenza:

In programmazione
Il controllo di gestione come strumento guida dell’azienda
Quando affrontiamo un viaggio in auto abbiamo un’idea precisa della meta da raggiungere, dell’ora cui vogliamo arrivare, della strada da percorrere. Sappiamo indicativamente di quanta benzina avremo bisogno, e prima di partire ci informiamo sul meteo e sul traffico. Sempre più spesso utilizziamo il navigatore, per sapere se siamo sulla strada giusta e se siamo in linea con la tabella di marcia. Quando affrontiamo un viaggio in auto abbiamo un’idea precisa della meta da raggiungere, dell’ora cui vogliamo arrivare, della strada da percorrere. Sappiamo indicativamente di quanta benzina avremo bisogno, e prima di partire ci informiamo sul meteo e sul traffico. Sempre più spesso utilizziamo il navigatore, per sapere se siamo sulla strada giusta e se siamo in linea con la tabella di marcia. Quando affrontiamo un viaggio in auto abbiamo un’idea precisa della meta da raggiungere, dell’ora cui vogliamo arrivare, della strada da percorrere. Sappiamo indicativamente di quanta benzina avremo bisogno, e prima di partire ci informiamo sul meteo e sul traffico. Sempre più spesso utilizziamo il navigatore, per sapere se siamo sulla strada giusta e se siamo in linea con la tabella di marcia. Quando affrontiamo un viaggio in auto abbiamo un’idea precisa della meta da raggiungere, dell’ora cui vogliamo arrivare, della strada da percorrere. Sappiamo indicativamente di quanta benzina avremo bisogno, e prima di partire ci informiamo sul meteo e sul traffico. Sempre più spesso utilizziamo il navigatore, per sapere se siamo sulla strada giusta e se siamo in linea con la tabella di marcia. Quando affrontiamo un viaggio in auto abbiamo un’idea precisa della meta da raggiungere, dell’ora cui vogliamo arrivare, della strada da percorrere. Sappiamo indicativamente di quanta benzina avremo bisogno, e prima di partire ci informiamo sul meteo e sul traffico. Sempre più spesso utilizziamo il navigatore, per sapere se siamo sulla strada giusta e se siamo in linea con la tabel

Workshop

Data di partenza:

In programmazione
Lean supply chain
La gestione lean del flusso di valore estesa a monte e a valle nella supply chain
Il network di relazioni con clienti e fornitori che appartengono alla supply chain gioca un ruolo fondamentale nell’implementazione di un flusso del valore snello, dal fornitore di materie prime fino al cliente finale.
La gestione lean del flusso di valore estesa a monte e a valle nella supply chain
Il network di relazioni con clienti e fornitori che appartengono alla supply chain gioca un ruolo fondamentale nell’implementazione di un flusso del valore snello, dal fornitore di materie prime fino al cliente finale.
La gestione lean del flusso di valore estesa a monte e a valle nella supply chain
Il network di relazioni con clienti e fornitori che appartengono alla supply chain gioca un ruolo fondamentale nell’implementazione di un flusso del valore snello, dal fornitore di materie prime fino al cliente finale.
La gestione lean del flusso di valore estesa a monte e a valle nella supply chain
Il network di relazioni con clienti e fornitori che appartengono alla supply chain gioca un ruolo fondamentale nell’implementazione di un flusso del valore snello, dal fornitore di materie prime fino al cliente finale.
La gestione lean del flusso di valore estesa a monte e a valle nella supply chain
Il network di relazioni con clienti e fornitori che appartengono alla supply chain gioca un ruolo fondamentale nell’implementazione di un flusso del valore snello, dal fornitore di materie prime fino al cliente finale.
La gestione lean del flusso di valore estesa a monte e a valle nella supply chain
Il network di relazioni con clienti e fornitori che appartengono alla supply chain gioca un ruolo fondamentale nell’implementazione di un flusso del valore snello, dal fornitore di materie prime fino al cliente finale.
La gestione lean del flusso di valore estesa a monte e a valle nella supply chain
Il network di relazioni con cli

Workshop

Data di partenza:

In programmazione
Facebook: utilizzo in azienda per fare profitto, fidelizzare e fare customer care
Facebook ha raggiunto recentemente il miliardo di iscritti diventando in assoluto la piattaforma di riferimento per socializzare e condividere gusti, interessi e acquisti. Facebook ha raggiunto recentemente il miliardo di iscritti diventando in assoluto la piattaforma di riferimento per socializzare e condividere gusti, interessi e acquisti. Facebook ha raggiunto recentemente il miliardo di iscritti diventando in assoluto la piattaforma di riferimento per socializzare e condividere gusti, interessi e acquisti. Facebook ha raggiunto recentemente il miliardo di iscritti diventando in assoluto la piattaforma di riferimento per socializzare e condividere gusti, interessi e acquisti. Facebook ha raggiunto recentemente il miliardo di iscritti diventando in assoluto la piattaforma di riferimento per socializzare e condividere gusti, interessi e acquisti. Facebook ha raggiunto recentemente il miliardo di iscritti diventando in assoluto la piattaforma di riferimento per socializzare e condividere gusti, interessi e acquisti. Facebook ha raggiunto recentemente il miliardo di iscritti diventando in assoluto la piattaforma di riferimento per socializzare e condividere gusti, interessi e acquisti. Facebook ha raggiunto recentemente il miliardo di iscritti diventando in assoluto la piattaforma di riferimento per socializzare e condividere gusti, interessi e acquisti. Facebook ha raggiunto recentemente il miliardo di iscritti diventando in assoluto la piattaforma di riferimento per socializzare e condividere gusti, interessi e acquisti. Facebook ha raggiunto recentemente il miliardo di iscritti diventando in assoluto la piattaforma di riferimento per socializzare e condividere gusti, interessi e acquisti. Facebook ha raggiunto recentemente il miliardo di iscritti diventando in assoluto la piattaforma di riferimento per socializzare e condividere gusti, interessi e acquisti. Facebook ha raggiunto recentemente il miliardo di iscritti diventando in assoluto la piattaforma di riferimen

Workshop

Trasformazione digitale: relazioni con clienti e fornitori
Molte aziende vedono la digitalizzazione soprattutto come un modo per aumentare l’efficienza dei processi secondo una vecchia logica di innovazione meramente incrementale. Va invece aumentata la consapevolezza che l’economia digitale promette un potenziale nuovo e finora non sfruttato in grado di mutare in modo anche profondo, persino dirompente (disruptive), gli stessi modelli di business. Per cogliere le opportunità, le imprese devono diventare digitalmente più mature: molto del loro vantaggio competitivo nascosto risiede nei dati che sono potenzialmente a loro disposizione ma che molto raramente vengono raccolti, organizzati, elaborati per estrarne valore. Molte aziende vedono la digitalizzazione soprattutto come un modo per aumentare l’efficienza dei processi secondo una vecchia logica di innovazione meramente incrementale. Va invece aumentata la consapevolezza che l’economia digitale promette un potenziale nuovo e finora non sfruttato in grado di mutare in modo anche profondo, persino dirompente (disruptive), gli stessi modelli di business. Per cogliere le opportunità, le imprese devono diventare digitalmente più mature: molto del loro vantaggio competitivo nascosto risiede nei dati che sono potenzialmente a loro disposizione ma che molto raramente vengono raccolti, organizzati, elaborati per estrarne valore. Molte aziende vedono la digitalizzazione soprattutto come un modo per aumentare l’efficienza dei processi secondo una vecchia logica di innovazione meramente incrementale. Va invece aumentata la consapevolezza che l’economia digitale promette un potenziale nuovo e finora non sfruttato in grado di mutare in modo anche profondo, persino dirompente (disruptive), gli stessi modelli di business. Per cogliere le opportunità, le imprese devono diventare digitalmente più mature: molto del loro vantaggio competitivo nascosto risiede nei dati che sono potenzialmente a loro disposizione ma che molto raramente vengono raccolti, organizzati, elabora

Workshop

Trasformazione Digitale e Industry 4.0: benefici attesi e aspetti critici della riorganizzazione digitale
Acquisire un quadro di riferimento strategico e gestionale sull’evoluzione di business e servizi è fondamentale nel contesto della Trasformazione Digitale del mercato e delle aziende che ne fanno parte. Acquisire un quadro di riferimento strategico e gestionale sull’evoluzione di business e servizi è fondamentale nel contesto della Trasformazione Digitale del mercato e delle aziende che ne fanno parte. Acquisire un quadro di riferimento strategico e gestionale sull’evoluzione di business e servizi è fondamentale nel contesto della Trasformazione Digitale del mercato e delle aziende che ne fanno parte. Acquisire un quadro di riferimento strategico e gestionale sull’evoluzione di business e servizi è fondamentale nel contesto della Trasformazione Digitale del mercato e delle aziende che ne fanno parte. Acquisire un quadro di riferimento strategico e gestionale sull’evoluzione di business e servizi è fondamentale nel contesto della Trasformazione Digitale del mercato e delle aziende che ne fanno parte. Acquisire un quadro di riferimento strategico e gestionale sull’evoluzione di business e servizi è fondamentale nel contesto della Trasformazione Digitale del mercato e delle aziende che ne fanno parte. Acquisire un quadro di riferimento strategico e gestionale sull’evoluzione di business e servizi è fondamentale nel contesto della Trasformazione Digitale del mercato e delle aziende che ne fanno parte. Acquisire un quadro di riferimento strategico e gestionale sull’evoluzione di business e servizi è fondamentale nel contesto della Trasformazione Digitale del mercato e delle aziende che ne fanno parte. Acquisire un quadro di riferimento strategico e gestionale sull’evoluzione di business e servizi è fondamentale nel contesto della Trasformazione Digitale del mercato e delle aziende che ne fanno parte. Acquisire un quadro di riferimento strategico e gestionale sull’evoluzione di busi

_linkedin_data_partner_id = "377242";